lunedì 17 settembre 2012

Dal pollice opponibile all'apnea.



Una scimmia "www", oggi, ha accesso al mondo di internet. Una schiacciante totalità di scimmie "www" oggi hanno accesso al mondo di internet. Non è di difficile comprensione analizzare il supporto concretamente gratuito ed immediato che il mondo della rete può fornire all'arricchimento culturale di ogni primate. L'allargamento dell'orizzonte conoscitivo è alla portata di tutti gli esseri dotati di pollice opponibile e non. Il cortometraggio "ho cinque minuti liberi" può essere realizzato nei peggiori "motori di ricerca" del web e come d'incanto l'autore potrebbe diventare l'amante bohemienne della "chanson" alla Gainsbourg o un più teatrale protagonista di una fatica letteraria di Oscar Wilde. Peccato però che la "scimmia www", davanti la vetrina del browser, non appare attratta dall'articolo low cost del sapere. Insomma, una schiacciante totalità di scimmie "www" decisamente non sembrano orientate all'acquisto dell'articolo low cost del sapere, virtualmente impolverato dalla mancanza di richiesta. Le visioni degli "anni-oggi" da un display sono così all'insegna della sterilità: primati condividono il verbo dell'opinionista di inquantificabili salotti televisivi,  fotogrammi della non fertilità mentale "instagrammano" imbalsamati sorrisi kafkiani in coda ad un fast food per il pranzo con le amiche del cuore. Faccia a faccia con il portatile, impavido destriero medioevale dei nostri tempi, la bertuccia perderà ore o nella peggiore delle ipotesi crederà di investirle in una dimensione dove la verità sarà trasformata in reality e la sterile curiosità  mutata in pillole di gossip. Se la domanda posta è chi diavolo sia la scimmia "www", la statistica potrà rispondervi che questo primate è la tesi delle infinite possibilità di sapienza; è l'antitesi delle ore di click nei social network; è la sintesi dell'uomo moderno che, con soddisfazione ha conquistato, dopo la celebre evoluzione del pollice opponibile, un nuovo progresso: saper sopravvivere per anni in
apnea. Culturale.

Un primate